Parte il conto alla rovescia per il nostro week end

On 16 Giugno 2014 by SchettinoE

10407384_685208478219543_4129990500187211303_nIl momento più significativo sarà domenica, a partire dalle 11.45, con l’inaugurazione della numero “76”, il nuovo veicolo di soccorso acquistato dalla Croce Verde Ovadese onlus e destinato ad essere impiegato per gli interventi in emergenza. Ma il tradizionale week end alla Croce Verde, giunto alla 13° edizione e previsto tra venerdì 20 e lunedì 23 giugno, sarà il tradizionale appuntamento gastronomico in cui si rinsalda il legame tra i cittadini e un ente che si presenta con i suoi volontari in una veste diversa da quella abituale.

La festa. “L’impegno richiesto è molto – spiega il presidente Giuseppe Barisione – I preparativi partono molto prima e nei giorni della festa si lavora a ciclo continuo dal mattino fino allo spegnimento dei fornelli. Da quando è stato creato il nostro week end si è molto ingrandito. Ma lo sforzo è ben ripagato dalla generosità degli ovadesi che ci permettono con il loro contributo di raccogliere i fondi necessari per sostenere le attività della nostra associazione e ad acquistare materiale sanitario”. Nella prima serata sarà riproposto lo stoccafisso accomodato, introdotto la scorsa annata. E poi i piatti tradizionali. Due su tutti: i testaroli al pesto che tanto successo hanno ottenuto a “Paesi&Sapori”, il fritto misto di pesce.

Tra le iniziative collaterali, nella giornata di domenica mattina, è previsto il raduno dei trattori d’epoca, introdotto l’anno scorso. In piazza Martiri della Libertà sarà allestita l’esposizione che, come dodici mesi fa, prenderà per mano i visitatori in un viaggio curioso alle radici della cultura contadina delle nostre zone.

L’ambulanza. Disponibile da mercoledì 18 giugno, si tratta di un Fiat Ducato. Sarà utilizzato per il servizio di “base”, quello cioè previsto per i codici meno impegnativi con un autista e un milite volontari a bordo. L’investimento complessivo affrontato dall’ente si aggira sui 70 mila euro. La cerimonia si terrà di fronte alla sede, in largo 11 gennaio. “Proprio questo servizio – spiega il presidente dell’ente, cav. Giuseppe Barisione – ha visto impennarsi nell’ultimo anno e mezzo i chilometri percorsi. L’autoparco, assieme alla disponibilità dei volontari, è il nostro patrimonio più importante. Per questo siamo impegnati in un rinnovamento continuo. Questo mezzo è il primo passo di un progetto di massima che ci porterà, anche grazie all’aiuto di associazioni e istituzioni, a sostituire tre veicoli nel prossimo futuro”.

Proprio l’allestimento curato da Ambitalia, altamente innovativo nella distribuzione degli spazi, permette anche la massima libertà di manovra agli operatori. “Tutto è a portata di mano o di sguardo – spiega Roberto Cazzulo, responsabile dell’autoparco della Croce Verde – favorendo l’operatività degli addetti in servizio e limitando i fattori di distrazione durante le fasi del soccorso. L’abitabilità sia del vano sanitario che di quello guida sono stati particolarmente curati per consentire di sfruttare meglio gli spazi e dare facilità di movimento agli operatori durante le fasi del soccorso. Le sospensioni sono poi state realizzante per limitare al massimo il disagio del paziente, in particolare il tipico malessere che prende chi viaggia all’indietro”.

La 76 sarà intitolata a Attilio Pesce e Tina “Nucci” Pesce. “Quest’ultima – racconta ancora Barisione – per seguire la volontà del fratello, cittadino ovadese molto sensibile rispetto all’attività portata avanti dall’ente, ha donato alla Croce Verde un appartamento situato in via Galliera. L’ente ha risposto conferendo ai due la qualifica di soci benefattori”. La delibera necessaria per il provvedimento è stata di fatto l’ultimo provvedimento del passato direttivo giunto alla naturale scadenza dei due anni.

Comments are closed.

Croce Verde Ovadese Basato sul tema Wordpress: Towfiq I.
-->