Cuneo: difficoltà per le Pubbliche Assistenze

On 28 Novembre 2012 by SchettinoE

Situazione finanziariamente insostenibile per le Pubbliche Assistenze Anpas della provincia di Cuneo che attendono da febbraio i rimborsi derivanti da costi, sostenuti e documentati, tra cui quelli relativi al carburante e alle retribuzioni del personale dipendente da parte l’Asl Cn1 per il servizio continuativo 118 a mezzo ambulanza su tutta la provincia, nonché per tutti i trasporti resi in convenzione con l’Asl Cn1, in stretta sinergia con il Servizio Sanitario Regionale.

Le Pubbliche Assistenze Anpas della provincia di Cuneo – nello specifico le Croci Verdi di Bagnolo Piemonte e Saluzzo; le Croci Bianche di Ceva, Fossano, Garessio e Ormea; i Volontari Ambulanza di Canale e di Cortemilia; i Volontari del Soccorso di Dogliani e di Carrù – a breve potrebbero non riuscire più a garantire, con le proprie risorse, la copertura del Servizio di Emergenza Urgenza 118 e di tutti gli ulteriori servizi sanitari a mezzo ambulanza, causando forti disservizi alla cittadinanza.

Venerdì 23 novembre, Anpas Piemonte attraverso il suo Presidente Andrea Bonizzoli ha formalmente comunicato al Prefetto di Cuneo Patrizia Impresa, al Presidente Regione Piemonte Roberto Cota, all’Assessore Tutela Salute e Sanità Regione Piemonte Paolo Monferino, al Direttore Generale Asl Cn1 Gianni Bonelli, al Responsabile Centrale Operativa 118 Cuneo Mario Raviolo la possibile interruzione del servizio pubblico 118 e degli altri trasporti sanitari di competenza del Servizio Sanitario Regionale su Cuneo e provincia.

Fonte: Ufficio Stampa Anpas Piemonte

Comments are closed.

Croce Verde Ovadese Basato sul tema Wordpress: Towfiq I.
-->